Vai ai contenuti. | Spostati sulla navigazione

Laretina

Portale del Comune di Arezzo

Il Comune
 

Registro regionale delle cooperative sociali. Iscrizione e rinnovo

— archiviato sotto: , ,

NB Le cooperative sociali, in quanto imprese sociali ‘di diritto’ (ex lege), non sono obbligate ad adeguare il proprio statuto alla nuova normativa. Le cooperative sociali costituite prima del 20 luglio 2017 (entrata in vigore del D.Lgs. n. 112/2017), possono quindi accedere ai benefici previsti dal decreto senza modifiche statutarie, le quali peraltro possono essere adottate con le modalità e maggioranze previste per l’assemblea ordinaria.

 

 

Che cos'è la Cooperativa sociale

Le cooperative sociali sono un particolare tipo di società cooperativa, nate dalla convinzione che l’attività di utilità sociale si possa realizzare anche attraverso la forma di un’impresa economica, coniugando la mutualità con la solidarietà. Il loro scopo è quello di perseguire l’interesse generale della comunità alla promozione umana e all’integrazione sociale dei cittadini attraverso la gestione di servizi socio-sanitari ed educativi - incluse le attività di impresa di interesse generale delle imprese sociali, di cui all’articolo 2, comma 1, lettere a), b), c), d), l) e p) del D.Lgs. n. 112/2017 e ss.mm. - e lo svolgimento di attività diverse – agricole, industriali, commerciali o di servizi - finalizzate all’inserimento lavorativo di persone svantaggiate.

Esistono quattro tipologie di cooperative sociali:

  • cooperative sociali di tipo A, che svolgono attività socio-sanitare ed educative incluse alcune attività d’impresa di interesse generale (interventi e servizi sociali; interventi e prestazioni sanitarie; prestazioni socio-sanitarie; educazione; istruzione e formazione professionale; formazione extra scolastica finalizzata alla prevenzione della dispersione scolastica e al successo scolastico e formativo, alla prevenzione del bullismo ed al contrasto della povertà educativa; servizi finalizzati all’inserimento o al reinserimento nel mercato del lavoro dei lavoratori e delle persone "svantaggiate o molto svantaggiate");

  • cooperative sociali di tipo B, che svolgono attività diverse - di tipo agricolo, industriale, commerciale o di servizio - finalizzate all’inserimento lavorativo di persone svantaggiate;

  • cooperative sociali tipo misto (A+B) o “ad oggetto plurimo” che svolgono sia attività delle cooperative di tipo A, sia di tipo B;

  • consorzi di cooperative sociali, cioè società cooperative aventi la base sociale formata in misura non inferiore al settanta per cento da cooperative sociali.

I requisiti generali necessari per costituire una cooperativa sociale sono:

  • forma giuridica: società cooperativa;

  • disciplina giuridica: norme sulle S.p.A. (società per Azioni) o norme sulle SRL (Società a responsabilità Limitata);

  • numero minino associati: 3 persone fisiche (modello SRL);

  • scopo: mutualistico;

  • mutualità: prevalente di diritto, se vengono rispettate le norme di cui alla L. n. 381/1991;

  • tipologie di soci: lavoratori (cooperatori); volontari, finanziatori, sovventori, utenti,; se vengono utilizzati soci volontari (nella misura massima del 50% dei soci), questi devono essere assicurati contro gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali ed è corrisposto loro soltanto il rimborso delle spese effettivamente sostenute e documentate;

  • denominazione: deve contenere l’indicazione di “cooperativa sociale”.

Per costituire una cooperativa sociale è necessario:

  1. Redigere un piano d’impresa (il c.d. ‘business plan’);

  2. Creare una base sociale e una compagine lavorativa;

  3. Redigere, nella forma di atto pubblico (quindi, alla presenza del notaio) un Atto costitutivo e uno Statuto;

  4. Iscriversi presso il Registro delle Imprese, al REA - Repertorio Economico Amministrativo e all’Albo Società cooperative.

Le cooperative sociali possono chiedere l'iscrizione all’Albo Regionale delle cooperative sociali per poter godere di benefici fiscali, finanziari e convenzionali specifici per le cooperative sociali

 

Ai fini dell'iscrizione all’Albo Regionale delle cooperative sociali, l’atto costitutivo e lo statuto devono contenere questi elementi:

  • essere costituita da almeno 6 mesi prima della data di presentazione della domanda di iscrizione;

  • attestare esplicitamente l’assenza di fini di lucro;

  • avere nella propria denominazione sociale l’indicazione di "cooperativa sociale";

  • aver previsto finalità solidaristiche per il perseguimento dell’interesse generale della comunità alla promozione umana e all’integrazione sociale dei cittadini;

  • esercitare esclusivamente le seguenti attività:
    Cooperative di tipo A: servizi socio-sanitari ed educativi, incluse le attività d’impresa di interesse generale (interventi e servizi sociali; interventi e prestazioni sanitarie; prestazioni socio-sanitarie; educazione; istruzione e formazione professionale; formazione extra scolastica finalizzata alla prevenzione della dispersione scolastica e al successo scolastico e formativo, alla prevenzione del bullismo ed al contrasto della povertà educativa; servizi finalizzati all’inserimento o al reinserimento nel mercato del lavoro dei lavoratori e delle persone ‘svantaggiate o molto svantaggiate’).
    Cooperative di tipo B: attività diverse - di tipo agricolo, industriale, commerciale o di servizio - finalizzate all’inserimento lavorativo di persone svantaggiate.
    Cooperative di tipo A + B, "ad oggetto plurimo": integrazione funzionale fra le 2 tipologie di attività

  • aver previsto espressamente tutti i requisiti delle cooperative a mutualità prevalente: divieto di distribuzione dei dividendi in misura superiore all’interesse massimo dei buoni postali fruttiferi, aumentato di 2 punti e mezzo rispetto al capitale effettivamente versato; divieto di remunerare gli strumenti finanziari offerti in sottoscrizione ai soci cooperatori in misura superiore a 2 punti rispetto al limite massimo previsto per i dividendi; divieto di distribuire le riserve fra i soci cooperatori; obbligo di devoluzione, in caso di scioglimento, dell’intero patrimonio sociale, dedotto soltanto il capitale sociale e i dividendi eventualmente maturati, ai fondi mutualistici per la promozione e lo sviluppo della cooperazione

Costi e modalità di pagamento

La stesura dell'atto costitutivo e lo Statuto sono soggette a spese notarili.

Agli atti costitutivi e alle modifiche statutarie delle cooperative sociali, l’imposta di registro si applica in misura fissa. Tuttavia, le modifiche statutarie sono esenti, oltreché dall’imposta di bollo, anche dall’imposta di registro se hanno lo scopo di adeguare gli atti a modifiche o integrazioni normative.

Albo regionale delle cooperative sociali

La Regione Toscana riconosce e valorizza il ruolo delle cooperative sociali e dei consorzi ed ha istituito l’Albo regionale delle cooperative sociali, gestito dal Comune capoluogo della sede legale della cooperativa.
L’iscrizione all’Albo è condizione necessaria per la stipula di convenzioni con gli Enti pubblici
La scadenza per l’invio dei documenti per la revisione annuale (vedi “Documenti da presentare”) è il 30 settembre di ogni anno.

Requisiti

A chi è rivolto

Le cooperative sociali possono chiedere l’iscrizione all’Albo regionale in una delle seguenti 3 sezioni:

  1. sezione "A" (cooperative sociali di tipo A, che gestiscono attività socio-sanitarie ed educative nonché eventuali attività d’impresa di interesse generale), dopo almeno 6 mesi dalla costituzione;

  2. sezione "B" (cooperative sociali di tipo B, che inseriscono almeno il 30% di lavoratori svantaggiati per gestire attività agricole, industriali, commerciali o di servizi);

  3. sezione "C" (consorzi di cooperative sociali, la cui base sociale è formata in misura non inferiore al 70% da cooperative sociali iscritte all’Albo regionale).

Le cooperative sociali c.d. “miste” o ad oggetto plurimo le quali, mediante separazione della contabilità, realizzano una integrazione funzionale dei 2 settori A e B, sono iscritte congiuntamente nella sezione "A" e nella sezione "B".

Le cooperative sociali che richiedono l’iscrizione all’Albo regionale devono essere regolate da statuti che attestano esplicitamente l’assenza di fini di lucro, hanno nella denominazione sociale, comunque formata, l’indicazione di “cooperativa sociale”, e prevedano finalità solidaristiche per il perseguimento dell’interesse generale della comunità.

Le cooperative sociali sono cooperative a mutualità prevalente "di diritto" ai sensi dell’art. 111-septies delle disposizioni di attuazione del codice civile.

Come si ottiene

Termini, scadenze, modalità di presentazione della domanda

Iscrizione all’Albo regionale delle cooperative sociali

Le cooperative sociali della provincia di Arezzo devono presentare domanda al Comune in cui hanno sede legale. Entro 3 giorni dalla presentazione, il Comune trasmette la domanda e la relativa documentazione al Comune di Arezzo.

Le cooperative sociali che hanno sede legale nel Comune di Arezzo, devono presentare domanda e relativa documentazione a mano o per posta:

  • Ufficio Protocollo

  • Posta elettronica certificata (PEC) a comune.arezzo@postacert.toscana.it

Revisione all’Albo regionale delle cooperative sociali

La richiesta di revisione annuale all'Albo deve essere presentata al Comune di Arezzo, con le stesse modalità di presentazione richieste per l'iscrizione.

Documenti da presentare

Iscrizione all’Albo regionale delle cooperative sociali

I documenti da presentare per l’iscrizione all’Albo variano in base alla categoria di appartenenza della cooperativa. In ogni modulo di iscrizione all’albo (vedi Modulistica) sono specificati i documenti da allegare alla domanda.

Revisione annuale dell’Albo regionale delle cooperative sociali (entro 30 settembre)

  • modulo "Revisione annuale dell'albo regionale delle cooperative sociali e dei consorzi" (vedi Modulistica)

  • relazione concernente l’attività svolta nel precedente anno solare;

  • l’elenco delle convenzioni in essere, specificando: l’Ente committente, l’oggetto e la durata della convenzione e un breve commento sull’andamento;

  • l’elenco nominativo e riepilogativo dei soci lavoratori e dipendenti non soci impiegati nella Cooperativa sociale;

  • l'autocertificazione antimafia del legale rappresentante - Dichiarazione sostitutiva di certificazione e di atto notorio

  • per le cooperative di tipo “B”:relazione sui risultati conseguiti dalle persone svantaggiate inserite al lavoro.

Costi e modalità di pagamento

L’iscrizione e la revisione all’Albo regionale delle cooperative sociali è gratuita.

Tempi e iter della pratica

Il Comune è tenuto a trasmette al Presidente della Giunta regionale, entro il 30 settembre di ogni anno, l'elenco delle cooperative sociali per le quali la verifica abbia avuto esito positivo per la successiva pubblicazione sul bollettino ufficiale della Regione.

Note

Segnalazioni e precisazioni

Riferimenti normativi

  • Legge 8 novembre 1991, n.381 "Disciplina delle cooperative sociali";

  • L.R.T. 58 del 31 ottobre 2018 “Norme per la Cooperazione sociale in Toscana”;

  • L.R. 1 marzo 2016 n.21 "Riordino delle funzioni di tenuta degli albi regionali del terzo settore";

  • D. Lgs. 3 luglio 2017, n.112 “Revisione della disciplina in materia di impresa sociale, a norma dell’articolo 2, comma 2, lettera c) della legge 6 giugno 2016, n. 106”.

  • D.Lgs. 20 luglio 2018, n. 95 “Disposizioni integrative e correttive del decreto legislativo 3 luglio 2017, n. 112, recante revisione della disciplina in materia di impresa sociale, ai sensi dell'articolo 1, comma 7, della legge 6 giugno 2016, n. 106”.

Informazioni

Dott.ssa Tiziana Innocenti 

Email:  t.innocenti@comune.arezzo.it

Tel. 0575377297

Responsabile del Procedimento

Dott.ssa Silvana Chianucci, Direttore Servizio sociale politiche educative, formative e sport

Email: s.chianucci@comune.arezzo.it



    Dove Rivolgersi:
    Servizio sociale politiche educative formative e sport
    IndirizzoPiazza S. Domenico, 4 - 52100 Arezzo
    Orario Estivodal lunedì al venerdì, dalle ore 8.30 alle ore 13.00. Sabato chiuso.
    Orario Invernaledal lunedì al venerdì, dalle ore 8.30 alle ore 13.00, il martedì e il giovedì anche il pomeriggio dalle ore 15.15 alle ore 17.45. Sabato chiuso.
    Telefono0575 377 265
    Fax0575 377 247
    Email
    Assessore
    Direttore Chianucci Dott.ssa Silvana
    Ufficio competente per materia:
    Servizio sociale politiche educative formative e sport
    IndirizzoPiazza S. Domenico, 4 - 52100 Arezzo
    Orario Estivodal lunedì al venerdì, dalle ore 8.30 alle ore 13.00. Sabato chiuso.
    Orario Invernaledal lunedì al venerdì, dalle ore 8.30 alle ore 13.00, il martedì e il giovedì anche il pomeriggio dalle ore 15.15 alle ore 17.45. Sabato chiuso.
    Telefono0575 377 265
    Fax0575 377 247
    Email
    Assessore
    Direttore Chianucci Dott.ssa Silvana
    Vedi anche
    « settembre 2021 »
    settembre
    lumamegivesado
    12345
    6789101112
    13141516171819
    20212223242526
    27282930
    Sedi e orari

    Sedi e orari uffici comunali

     

    Realizzato con Plone®

    2011 © Comune di Arezzo