Vai ai contenuti. | Spostati sulla navigazione

Laretina

Portale del Comune di Arezzo

lunedì, 20 Settembre 2021
Portale Ufficio Stampa Archivio comunicati 2019 Circo Orfei bloccato in città. L'assessore Tanti: “Situazione di assoluta sicurezza”
Conferenze stampa

Contrasto diffusione Covid-19: le operazioni di sanificazione e igienizzazione

9 aprile 2020 - ore 10.00 - Campo di Marte, davanti alla farmacia comunale 1

Nuovi marciapiedi in città

5 marzo 2020 - ore 12.00 - Via Giotto

Altro…
Attività amministratori

Attività di Giunta

Attività di Consiglio

Archivio attività

Archivio Comunicati

Archivio storico dei comunicati

Archivio comunicati dell'ultimo mese

Archivio comunicati dell'ultimo anno

Esprimi il tuo parere

Il contenuto di questa pagina risponde alle tue aspettative:

Si

No, e ti dico il perchè

 

Circo Orfei bloccato in città. L'assessore Tanti: “Situazione di assoluta sicurezza”

“Dal responsabile un ringraziamento alla città e ai servizi sociali del Comune”

L'assessore Lucia Tanti ha incontrato questa mattina Athos Adami, responsabile del circo Orfei bloccato in città dall'emergenza coronavirus. Il tendone con gli operatori e gli oltre cinquanta animali, tra cui tigri, elefanti, zebre e cammelli, è arrivato ad Arezzo lo scorso 27 febbraio e avrebbe dovuto ripartire dopo pochi giorni. I decreti della presidenza del consiglio invece lo hanno costretto a congelare la tournée.  

“Stamattina mi sono incontrata con Athos Adami – ha spiegato l'assessore Tanti – dopo aver sinceramente trasecolato, durante la diretta facebook del sindaco di ieri, a seguito di una domanda che descriveva la situazione del circo come critica, facendo quasi intravedere scarsa attenzione da parte del Comune di Arezzo. A me risultava tutt'altro e cioè che le 61 persone - 56 adulti e 5 minori - fossero in assoluta sicurezza e che il raccordo con i Servizi Sociali fosse costante e continuo. Per questo mi sono premurata di chiamare Adami e di capire insieme se davvero era vero quello che si stava paventando sulle loro condizioni.

Ci siamo quindi visti ed è stato un colloquio molto cordiale, che ha confermato quello che risultava a me semplicemente perché era vero. Il responsabile del circo, mi fa piacere dirlo, ha ringraziato gli aretini per le numerose manifestazioni di vicinanza e per gli aiuti materiali che sono arrivati in questo periodo sia da privati cittadini che da varie associazioni.

Mi ha spiegato, e io lo posso confermare, che la situazione della sua comunità è ovviamente di disagio per il confinamento, come per ciascuno di noi, e che il settore dello spettacolo viaggiante, come molti altri, vive in uno stato di preoccupazione forte per il futuro, ma questo non riguarda la loro situazione ad Arezzo.

I servizi sociali del Comune hanno da subito monitorato le condizioni degli adulti e dei bambini che lavorano al circo e stanno provvedendo ad un monitoraggio e ad un rifornimento settimanale di generi alimentari in collaborazione con gli enti del terzo settore, oltre a sollecitare e stimolare la raccolta di cibo per gli animali, dalle rotoballe di fieno agli scarti di frutta e agli ortaggi. L'idea di città che quest'amministrazione ha sempre portato avanti è fondata sulla coesione sociale, sul rispetto della persona e sulla vicinanza a chi si trova in difficoltà. Nessun allarme quindi per il circo: solo un periodo di difficoltà logistica e organizzativa cui stiamo facendo fronte con tutte le risorse che abbiamo a disposizione”.

Azioni sul documento

Realizzato con Plone®

2011 © Comune di Arezzo