Vai ai contenuti. | Spostati sulla navigazione

Laretina

Portale del Comune di Arezzo

martedì, 28 Settembre 2021
Portale Ufficio Stampa Archivio comunicati 2019 Consiglio Comunale 21 gennaio 2020 / approvati due atti di indirizzo
Conferenze stampa

Contrasto diffusione Covid-19: le operazioni di sanificazione e igienizzazione

9 aprile 2020 - ore 10.00 - Campo di Marte, davanti alla farmacia comunale 1

Nuovi marciapiedi in città

5 marzo 2020 - ore 12.00 - Via Giotto

Altro…
Attività amministratori

Attività di Giunta

Attività di Consiglio

Archivio attività

Archivio Comunicati

Archivio storico dei comunicati

Archivio comunicati dell'ultimo mese

Archivio comunicati dell'ultimo anno

Esprimi il tuo parere

Il contenuto di questa pagina risponde alle tue aspettative:

Si

No, e ti dico il perchè

 

Consiglio Comunale 21 gennaio 2020 / approvati due atti di indirizzo

Meri Stella Cornacchini e Angelo Rossi, insieme a Giovanna Carlettini, hanno chiesto alla giunta di assumere ogni determinazione economica e amministrativa utile a sensibilizzare e sostenere le famiglie nell’acquisto dei dispositivi cosiddetti anti-abbandono previsti dalla legge Meloni, per evitare le gravi conseguenze che possono verificarsi dopo avere lasciato in auto i piccoli e i minori per periodi prolungati, specialmente d’estate, a causa di distrazione o amnesia dissociativa. L'atto ha ottenuto i 18 voti favorevoli della maggioranza. Soddisfazione per l'esito del voto è stata subito espressa dai proponenti.

Giovanna Carlettini ha illustrato l’atto di indirizzo per introdurre nel Comune di Arezzo la figura del Garante dei diritti delle persone disabili: “l’articolo 3 comma 2 della Costituzione impone, come noto, di rimuovere gli ostacoli che limitano la libertà e l’eguaglianza dei cittadini e che impediscono il pieno sviluppo della persona umana. La giustizia sociale è dunque una questione da affrontare, sempre. Ancora di più quando parliamo di disabilità e di fruizione dei servizi comunali. Gli interventi normativi presentano spesso dei problemi applicativi che creano ostacoli tra gli individui e i diritti spettanti. C’è quindi la necessità di una maggiore tutela al riguardo. Le persone disabili hanno bisogno di una figura che possa loro garantire pari opportunità e sostegno e con poteri in grado di semplificare i percorsi amministrativi dettati da leggi e regolamenti. Uno specifico garante, a questo mi riferisco, è d’altronde già presente, giusto per limitarsi alla nostra regione, nei Comuni di Lucca, Siena e Viareggio”. L'atto è stato approvato con i 18 voti favorevoli della maggioranza.

 

Azioni sul documento

Realizzato con Plone®

2011 © Comune di Arezzo