Vai ai contenuti. | Spostati sulla navigazione

Laretina

Portale del Comune di Arezzo

lunedì, 27 Settembre 2021
Portale Ufficio Stampa Archivio comunicati 2019 I cambi di residenza: come fare
Conferenze stampa

Contrasto diffusione Covid-19: le operazioni di sanificazione e igienizzazione

9 aprile 2020 - ore 10.00 - Campo di Marte, davanti alla farmacia comunale 1

Nuovi marciapiedi in città

5 marzo 2020 - ore 12.00 - Via Giotto

Altro…
Attività amministratori

Attività di Giunta

Attività di Consiglio

Archivio attività

Archivio Comunicati

Archivio storico dei comunicati

Archivio comunicati dell'ultimo mese

Archivio comunicati dell'ultimo anno

Esprimi il tuo parere

Il contenuto di questa pagina risponde alle tue aspettative:

Si

No, e ti dico il perchè

 

I cambi di residenza: come fare

Anche i servizi anagrafici si adeguano alle disposizioni finalizzate al contenimento del coronavirus: per richiedere il cambio di residenza con provenienza da altro Comune o dall’estero o di indirizzo all’interno del Comune di Arezzo basta inviare all’Ufficio anagrafe la dichiarazione compilata di residenza scaricabile da http://www.comune.arezzo.it/il-comune/ufficio-servizi-demografici/anagrafe/modulistica-anagrafe/dichiarazione-di-residenza. L’invio può essere per fax allo 0575377212, per raccomandata a Comune di Arezzo - Ufficio servizi demografici e statistica - piazza Fanfani 1 Arezzo 52100, per mail ordinaria o pec a comune.arezzo@postacert.toscana.it

Il trasferimento della propria dimora temporanea o del proprio domicilio non devono essere dichiarati al Comune. Una volta cessata la fase di emergenza riprenderanno gli accertamenti da parte della polizia municipale presso gli indirizzi dichiarati per accertare la veridicità della richiesta.

L’indicazione di una residenza comporta importanti conseguenze per il cittadino quali: l’iscrizione alla lista elettorale del Comune indicato, la scelta del medico di famiglia, gli adempimenti da svolgere in caso di matrimonio, la ricezione di raccomandate o di atti giudiziari, la competenza dei tribunali e degli uffici giudiziari, l’accesso ai servizi demografici del Comune, le agevolazioni sulla prima casa.

Si ricorda che patenti e carte di identità già scadute o scadute successivamente alla data di entrata in vigore del decreto del 17 marzo sono prorogate fino al 31 agosto.

Azioni sul documento

Realizzato con Plone®

2011 © Comune di Arezzo